Schutzhaus Latzfonserkreuz



Il rifugio

Il santuario ed il rifugio Santa Croce di Lazfons si trovano nel maestoso panorama di alta montagna, alle propaggini orientali delle Alpi Sarentine. L’architettura dell’edificio, in pietra con persiane bianche e rosse, si adatta piacevolmente al paesaggio.

Luogo di antiche saghe e leggende che raccontano di streghe e orchi, i pendii e i rilievi della lussureggiante conca di Santa Croce offrono agli escursionisti e ai pellegrini paesaggi dal panorama mozzafiato. Dal gruppo delle Vedrette di Ries, alla Croda Rosa d’Ampezzo, Sass de Putia, il massiccio delle Tofane; la vista spazia oltre il cielo dal gruppo delle Odle, la Marmolada, il Sassolungo, il Sasso Piatto, e alle Pale di San Martino, al Catinaccio, sul parco naturale dello Sciliar, al gruppo del Latemar fino al Corno Bianco e Corno nero.

Dal 1952, anno della nuova apertura, il rifugio è stato più volte rinnovato e dal 2015 mantiene il suo aspetto attuale. Dotato di una nuova area bagno con lavandini, toilette e doccia per ospiti, il rifugio racchiude oggi gli standard più moderni in uno stile tutto tradizionale.